A chi rivolgersi per realizzare un sito e come non farsi fregare

Web agency o freelance? Come scegliere da chi far realizzare il sito web senza farsi fregare.

Come capire a chi affidarsi per la realizzazione del sito web aziendale non è facile. Spesso è facile incappare in fregature e il numero di aziende insoddisfatte del lavoro di web agency o freelance è impressionate.

Siti  di scarsa qualità, incompleti, impossibili da aggiornare o completamente assenti dai motori di ricerca, sono solo alcuni dei problemi in cui sono incappati negli anni quasi tutti gli imprenditori che hanno voluto puntare sul web per promuovere la propria azienda pagando, a volte, prezzi esorbitanti.

Di quanto deve costare un sito ne abbiamo già parlato. Da chi, quindi,  far creare il proprio sito web? Come scegliere le persone giuste e  e come si deve realizzare un sito web?

Per i prodotti e i servizi web non esiste oggi un vero a proprio listino di riferimento, una certificazione o un albo che ci aiuti a riconoscere le aziende di qualità. I siti web sono, quasi sempre, prodotti artigianali e per questo l’offerta, i costi e la qualità sono svariati e nel tempo hanno subito molti cambiamenti.

Un primo consiglio è di diffidare da chi realizza siti web come fosse un prodotto industriale, realizzato in serie. Ogni sito web deve essere unico e mirato a comunicare i valori dell’azienda.

Capita spesso che un cliente, per la realizzazione del sito, riceva preventivi che si differenziano tra loro anche di migliaia di euro, pur rispondendo alle stesse richieste. Perché avviene questo? perché lo stesso sito può costare 2 o 10 mila euro nonostante le richieste siano uguali?

Questo dipende essenzialmente da chi è che realizza il sito e dalla percezione che si è creato del cliente. La regola per cui “se costa di più sarà migliore” non è sempre valida quando si tratta di web. Ci sono molti furbi che si approfittano della scarsa competenza del cliente per proporgli un sito a prezzi molto alti. Altri invece propongono prezzi stracciati per siti web che non sono di nessuna utilità per il cliente.

Dico spesso che chiunque può fare un sito; esistono molti tools, guide e risorse gratuite e non, che permettono di cimentarsi nella realizzazione di un sito. Però è chiaro che non tutti sanno fare un sito di qualità, chr sia utile ed efficace per il cliente.

Come non farsi fregare?

Portfolio, portfolio, portfolio! Chiedete con insistenza di mostrarvi i lavori già realizzati, e se hanno già realizzato siti simili a quelli che vorrebbero proporvi. Vi aiuterà a capire di che pasta è fatto chi vi sta proponendo il sito web.

Cosa e come lo fai? In parole semplici.  Non abbiate paura di chiedere cosa faranno per voi e come. “Domandare e lecito, rispondere è cortesia” dice il detto. Diffidate da chi non spiega con semplicità le caratteristiche del progetto.

Stabilire tempi di realizzazione e costi di gestione. Stabilire da subito i tempi è importante, ma sopratutto i costi. Se vengono proposti dei costi di gestione annuali chiedere sempre cosa comprendono.
Se vi dicono che solo il server e il dominio costano più di 200 euro all’anno allora iniziate a sospettare ( a meno che non prevediate di fare migliaia di visite al giorno). Se invece vi viene garantito l’aggiornamento del sito  e dei contenuti allora stabilite in anticipo il numero di interventi.

Sito dinamico. Punto. Il sito deve necessariamente essere aggiornabile dal cliente, perlomeno per inserire news o modificare i contenuti esistenti. Si può anche scegliere di pagare qualcuno per creare e inserire i contenuti, ma deve essere una scelta dettata dalla volontà di produrre contenuti di qualità e non da un limite tecnico del sito.

Social e responsive. Siamo nel 2015.  Se non vengono menzionate queste due parole chiave probabilmente chi avete davanti non è aggiornato. Scegliete qualcun altro senza pensarci troppo.

Freelance o web agency? chi scegliere?

Il modo migliore è capire chi è che realizza i siti oggi, chi sono i principali attori del mercato web.

Web master, grafici e sviluppatori freelance. O “il cugino della situazione”

Si tratta delle tre figure essenziali per la realizzazione di un sito, spesso però queste figure lavorano in autonomia, usufruendo della collaborazione di altri freelance in modo saltuario e solo in caso di necessità.

Ce ne sono (pochi) molto bravi e professionali a cui poter affidare la gestione di un progetto web, altri le cui competenze  sono sufficienti a gestire piccoli progetti, e tanti che si improvvisano nella realizzazione di siti che risultano lontani dagli standard di qualità per un sito. Quelli che io chiamo “i cugini della situazione”, perché in genere sono parenti o amici di qualcuno di conoscenza del committente.

Affidarsi a un freelance è molto rischioso, e non è consigliabile se non si è certi delle sue competenze, è bene controllare sempre il portfolio e le competenze di marketing.

Il vantaggio dei freelance sono i prezzi bassi. Il freelance ha bassi costi di struttura, spesso lavora da casa e non ha collaboratori fissi. Quelli che lavorano in nero arrivano a vendere siti anche a 300 euro.

Scegliere un freelance per realizzare un sito è la scelta migliore se si vuole un sito vetrina o per gestire un progetto web legato a campagne di web marketing dedicate.

Il prezzo di un sito realizzato da un freelance può andare dalle 600 euro per un piccolo sito vetrina o una landing page di base, fino ad arrivare a diverse migliaia di euro per un progetto web più complesso, come un sito aziendale o un piccolo e-commerce. In generale non consiglierei di affidare budget superiori ai 5k a un freelance a meno che non si tratti di un professionista di comprovata fama ed esperienza.

Non prenderò in considerazione i “cugini o nipoti della situazione” che fanno i siti gratis o quasi. Affidereste la progettazione di casa vostra a un (anche ottimo) manovale ? No? Ecco appunto.

Web agency e agenzie di comunicazione

Le agenzie web sono i più diffusi e affidabili produttori di siti web sul mercato. Si tratta di team di esperti che gestiscono progetti web di differenti dimensioni, a seconda del numero di risorse e della qualità dei professionisti.

Le web agency basano il lavoro sulla suddivisione dei ruoli nelle varie fasi di realizzazione del sito, questo in genere garantisce una maggiore qualità, avendo a disposizione le principali figure necessarie allo sviluppo e alla creazione di progetti web complessi, che sono:

  • project manager,
  • web master,
  • grafici o web designer,
  • sviluppatori
  • esperti di marketing e social media

Anche la qualità e i prezzi delle web agency sono molto variabili, in questo caso però è il mercato che fa la differenza. Molto spesso sono i clienti, la reputazione e il portfolio di una web agency che influenzano il prezzo dei siti web che propone.

Quello che molti non sanno è che le esigenze di piccole, medie e grandi imprese spesso non sono troppo dissimili, a volte il valore aggiunto dei siti web ad alto budget è dato dall’idea che sta alla base del progetto, il costo della realizzazione del sito in se non differisce molto da quello di un sito aziendale, specialmente se non include funzioni particolari o web application.

Lo dimostra ulteriormente l’utilizzo sempre più diffuso dei CMS open source per siti web di grandi imprese e istituzioni e l’utilizzo di risorse gratuite, o quasi, messe a disposizione delle community. Ciò nonostante nelle web agency che hanno clienti facoltosi i prezzi  rimangono alti, inaccessibili per la maggior parte delle aziende. In compenso la qualità dei siti è quasi sempre molto alta.

Non tutte le web agency si rivolgono però alle grandi imprese ed ai progetti ad alto budget. Esistono però web agency più economiche e altrettanto professionali che sono in grado di fornire servizi web di qualità a prezzi accessibili anche alle PMI.

Quanto può costare un sito in una web agency?

Per una micro-impresa o un libero professionista, che vuole una vetrina online, che funga da biglietto da visita, senza grosse pretese in termini di online marketing il prezzo giusto va dai 600 ai 2000 euro.

Per una piccola/media azienda, che vuole mostrarsi su internet in modo professionale e vuole iniziare a curare almeno gli elementi essenziali per svolgere attività di marketing (SEO, landing page ecc.), con pagine dedicate a servizi e prodotti, un blog aziendale, una area per le news, una newsletter per inviare messaggi ai clienti e magari un area riservata per i dipendenti.

Il prezzo giusto di un sito va dai 1500 € ai 3000 €, a seconda della qualità del sito e del numero di contenuti da gestire nella fase iniziale il prezzo può anche crescere.

Per una media/grande impresa, che non vuole solo un sito web ben curato, ma vuole essere visibile sul web attraverso i motori di ricerca e i social e vorrebbe curare al meglio la presenza online dell’azienda, la soluzione migliore è rivolgersi a un agenzia di comunicazione online, in grado di occuparsi a tutto tondo della comunicazione dell’impresa. Compresi i progetti dedicati a campagne dedicate a promuovere un particolare prodotto o servizio.
I budget in questo caso crescono e anche di molto ma sono giustificati dai costi di progettazione e dalla creatività e professionalità necessari a sviluppare un progetto che dia risultati garantiti.

Ovviamente stabilire dei criteri universali o un metodo infallibile per scegliere la migliore proposta per la realizzazione del sito web è impossibile.

Quello che è certo è che ci vuole anche un po’ di fortuna. Ma se vi è piaciuto questo articolo e pensate di realizzare un sito ricordatevi anche anche di noi di sitoaziendale.net, vi faremo la nostra proposta sperando di essere la web agency giusta per voi.